News

Contaminazione delle uova con Fipronil

Pubblicato mercoledì 30 agosto 2017

A seguito delle recenti segnalazioni di stati membri concernenti la contaminazione di Fipronil nelle uova, la Commissione europea ha sottolineato che spetta ai singoli stati condurre ispezioni volte ad effettuare controlli e prendere le misure appropriate.
A livello europeo è stato trovato un unico codice (3BE3114), in Belgio, che corrisponde a uova in cui è stato confermato il superamento del livello massimo di Fipronil.
In Italia il Ministero della Salute ha predisposto un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca di Fipronil che verrà attuato in via cautelativa, anche in assenza di segnalazioni specifiche, che coinvolge le autorità sanitarie locali e regionali, i NAS e l’Istituto zoopofilattico.
Il Ministero della Salute, con il comunicato del 23 agosto, riferisce che al momento sono state rilevate 8 positività (5 in uova presso dei centri di imballaggio, 2 relative ad ovoprodotti e 1 relativa a prodotti di trasformazione) con conseguente segnalazione alle Regioni e Asl competenti territorialmente per ulteriori accertamenti sulla provenienza nazionale o estera delle uova o dei prodotti contaminati, sulle fonti di contaminazione e per l’adozione, in esito ad essi, di eventuali provvedimenti restrittivi.

    Share

    CONVENZIONI

    Caricando...