News

Coronavirus, Sangalli: liquidità serve oggi con zero burocrazia

Pubblicato mercoledì 8 aprile 2020

“Il decreto appena varato va nella direzione giusta ma è ancora una risposta parziale. Il problema centrale per tutti gli imprenditori resta la necessità vitale oggi, e non domani, di liquidità, a zero burocrazia, a Roma come a Bruxelles e nella maniera più semplice e accessibile”. Lo afferma il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, in un’intervista al Corriere della Sera. “Valuteremo con attenzione il testo finale del provvedimento – prosegue – Emerge, intanto, la scelta di rafforzare l’azione del Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese e di mobilitare Sace per le imprese più grandi. Pensiamo, però, che, anche sul piano delle dotazioni, andrebbe fatto di più per potenziare il Fondo centrale e per assicurarne l’intervento di garanzia al 100 per cento, in maniera automatica e senza valutazione, ben oltre le operazioni fino a 25 mila euro”. “Contestualmente – secondo Sangalli – sarebbe utile anche valorizzare l’esperienza sul campo dei consorzi di garanzia fidi. E poi occorre che, sulla scorta di questa rete di garanzia, il sistema bancario agisca con lungimiranza. Quella lungimiranza per cui, nel 2009, l’allora Governatore Draghi richiamava l’esempio dei banchieri italiani che tra gli anni 50 e 60 finanziarono ricostruzione e crescita”.

    CONVENZIONI

    Caricando...