News

Di Maio riapre sulle chiusure domenicali

Pubblicato mercoledì 6 novembre 2019

Luigi Di Maio torna all’attacco e rilancia il suo ‘no’ all’apertura degli esercizi commerciali 7 giorni su 7, ricordando che la prematura caduta del governo ha lasciato in sospeso alcune questioni. Prima fra tutte dare seguito al decreto Dignità e proseguire, come governo giallorosso, “nella tutela delle persone che lavorano, come nel caso delle partite Iva e dei lavoratori dipendenti degli esercizi commerciali che, a causa delle liberalizzazioni, sono sprofondati nella giungla degli orari di apertura e chiusura, cercando invano di battere i centri commerciali, rimanendo aperti 12 ore al giorno e 7 giorni su 7”.
Di Maio ha tutta l’intenzione di rispolverare la proposta avanzata un anno fa (chiudere 26 domeniche su 52 e 8 festività su 12) cercando di riportare la situazione precedente alle liberalizzazioni del governo di Mario Monti. Il tema però rischia di trasformarsi, in modo trasversale, da miccia a vera e propria bomba nell’attuale esecutivo (che per ora preferisce restare in silenzio), accendere lo scontro con le opposizioni e trovarsi lo stop delle parti sociali.

    CONVENZIONI

    Caricando...