News

Giù la spesa alimentare, ma sale il suo peso sul totale dei consumi

Pubblicato mercoledì 29 gennaio 2020

Negli ultimi dieci anni, a fronte di un calo generalizzato dei consumi, è cresciuta dal 17 al 18% l’incidenza della spesa alimentare sul totale dei consumi (dal 17 al 18%). È il dato principale dello studio “La spesa alimentare e l’evoluzione del commercio al dettaglio in Italia negli ultimi 10 anni”, diffuso in occasione della presentazione di Confali.
Dalla ricerca emerge inoltre che nel carrello della spesa scendono le voci dell’alimentazione tradizionale (pasta, carne, formaggi), tengono i prodotti ittici e sale la spesa per frutta e verdura e quella per i pasti fuori casa. E che in termini di spesa media mensile si registra un calo del 15,4% (da 546 a 462 euro), in linea con la riduzione dei consumi totali (-15,1%).
Tra il 2008 e il 2019, infine, l’evoluzione del commercio al dettaglio ha registrato una riduzione di circa 73mila esercizi di tutte le dimensioni ad eccezione di alcune forme di vendita al di fuori dei negozi (+10.900 attività), in continua crescita soprattutto in due settori: distribuzione automatica di prodotti e vendite attraverso Internet.

    CONVENZIONI

    Caricando...