News

Lorenzin: la recessione non c’è più, siamo in crescita

Pubblicato mercoledì 14 febbraio 2018

“Secondo noi serve un ridisegno complessivo del sistema salute con un’integrazione tra sanita pubblica e privata che risolverebbe moti problemi”: parole del presidente Carlo Sangalli rivolte a Beatrice Lorenzin, leader di Civica Popolare, la seconda ospite di Confcommercio nella giornata finale di “Un tema una proposta”.
Dopo aver affermato di “condividere in larghissima parte il documento che avete presentato in occasione di questi incontri”, il ministro della Salute ha sottolineato che “la recessione non c’è più, siamo in crescita, anche se questa sta avvenendo in ordine sparso sul territorio. L’importante è non ricominciare da zero, non facendo ciò che suggeriscono le forze politiche che parlano alla pancia delle persone altrimenti dopo sei mesi in Italia ci ritroveremmo la troika”.
Dopo aver detto che “nella sanità ogni piccola riforma va pensata e preparata con estrema cura”, la Lorenzin ha esaminato punto per punto le proposte di Confcommercio, dicendosi d’accordo sia sulla richiesta di non aumentare che su quella di abbassare le aliquote Irpef, mentre sul turismo ha caldeggiato “una visione industriale e non artigianale, guidata da un ministero dedicato” e contro la desertificazione commerciale ha proposto “una cedolare secca per l’affitto nelle aree più disagiate”.

    CONVENZIONI

    Caricando...