News

Tridico: per il bonus da 600 euro niente click day

“Purtroppo c’è stato un grande fraintendimento. Non ci sarà nessun click day. Avremo per tutti domande aperte sul nostro sito e queste domande non dovranno essere inviate in un solo

Autonomi contro il click day dell’Inps

Commercianti e artigiani sono sul piede di guerra di fronte all’ipotesi di un “click day” per accedere al bonus di 600 euro, messo in campo dal governo per gli autonomi

Confcommercio: bisogna fare subito di più

Confcommercio ritiene il provvedimento come “il punto di partenza per il molto di più che è necessario fare per la risposta ad un’emergenza sanitaria che si è fatta anche emergenza

Sindacati: ridurre orario apertura attività commerciali

Ridurre l’orario di apertura di tutte le attività commerciali e della ristorazione a 12 ore al giorno e chiudere nella giornata di domenica tutti i punti vendita, compresi quelli di

Confcommercio, no al “click day”

Confcommercio chiede al Governo di ripensare all’ipotesi, avanzata dal presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, di utilizzare lo strumento del click day per consentire ai lavoratori autonomi e ai professionisti di richiedere

Ecco il decreto “Cura Italia”

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed è già in vigore il decreto-legge “Cura Italia”. Queste, in sintesi, le norme di interesse per gli esercizi di vendita di prodotti ortofrutticoli.

Fida: servono mascherine per personale negozi alimentari

“Da tutti i nostri punti vendita in Italia ci giunge la richiesta di mascherine a norma per il personale addetto ai servizi essenziali. Capiamo bene che il personale sanitario debba

Fida, vola la spesa nei negozi di quartiere

Spesa molto più abbondante del normale in tutti i negozi ed in particolare in quelli di quartiere e nei piccoli paesi ma nessun problema di approvvigionamento. Continua a volare l’online

Coop chiude per due domeniche

Anche la grande distribuzione fa un passo indietro per limitare la diffusione del coronavirus. Coop ha annunciati ieri la chiusura degli oltre 1.100 punti vendita la domenica, a partire dalla

Coronavirus: Confcommercio, bene decreto ma fare di più

Il decreto ‘Cura Italia’ è “un punto di partenza ma è necessario fare di più”. Questo il commento di Confcommercio che in una nota “segnala la scelta per settori particolarmente

Sangalli: servono aiuti e risorse straordinarie

“Restare a casa non può e non deve significare la rovina. Servono aiuti e risorse straordinarie. Ricorda il ‘qualunque cosa serva’ di Mario Draghi che salvò l’euro? Occorre dirlo di

Fida su emergenza coronavirus: spesa assicurata a tutti ma con orari ridotti

“Viste le restrizioni imposte giustamente dal DPCM, non ha più senso avere orari di apertura estesi alle ore serali e alla domenica. Quindi proponiamo una razionalizzazione degli orari di apertura

Fida: qualche ritardo nei rifornimenti

Forti volumi di spesa e qualche difficoltà nei rifornimenti. È questo il quadro odierno nel commercio al dettaglio fornito dalla Fida. L’afflusso di consumatori nei punti vendita ” è costante

Confali: garantire operatività filiere agroalimentari

Certamente condivisibili le restrizioni decise dal Governo per il contenimento dell’epidemia, ma per consentire alle filiere produttive agroalimentari nazionali il necessario approvvigionamento e mettere tutte le imprese del comparto alimentare

Coronavirus: Fida, forte affluenza negozi alimentari

“Stiamo registrando già dalle prime ore del mattino accessi ai punti vendita alimentari superiori alla norma. L’aumento di fatturato, rispetto alla norma si attesta circa attorno al 40% ed è

Fida: abituarsi a una nuova modalità di fare la spesa

Anche Fida si unisce all’invito alla calma ai cittadini che in questi giorni stanno prendendo d’assalto i supermercati dopo gli ultimi decreti. “Non ha senso fare accaparramenti perché non c’è

Negozi e locali chiusi in tutta Italia fino al 25 marzo

L’Italia verso lo stop, almeno fino al 25 marzo. Il governo annuncia una nuova stretta nel contrasto al Coronavirus. Il premier, Giuseppe Conte, parla in diretta Facebook in un discorso

Sangalli su chiusura negozi: massima responsabilità per salute pubblica

“Tutto il commercio italiano farà la sua parte. La farà chi chiuderà. La farà chi continuerà ad assicurare la distribuzione dei prodotti alimentari e dei beni di prima necessità. Perché

Federalimentare: è inutile l’assalto ai supermercati

“L’industria alimentare italiana è perfettamente in grado di fronteggiare l’emergenza Coronavirus e non si intravede nel futuro alcun problema di scorte. La produzione è attiva così come sono attive le

Alimentari aperti, inutile la corsa agli acquisti

“Il decreto del Presidente del Consiglio prevede la possibilità di uscire di casa per motivi strettamente legati al lavoro, alla salute e alle normali necessità, quali, per esempio, recarsi a
Caricando...