News

Sangalli: serve piano strategico e moratorie fiscali

Pubblicato martedì 10 novembre 2020

“La salute è il primo fronte di questa guerra ed è certamente il bene primario. Ma c’è anche il secondo fronte dell’economia. Questa nuova fase di lockdown a macchia di leopardo produrrà danni gravissimi con un costo economico e sociale che non è più sostenibile”. Lo dice, intervistato dal Messaggero, Carlo Sangalli, presidente dl Confcommercio.
Sul fatto che i dati sul fronte epidemiologico siano negativi, dichiara: “Occorre spiegare dati alla mano, perché si ritenga di dovere intervenire limitando l’esercizio di tante attività, che peraltro hanno adottato i necessari e concordati protocolli di sicurezza. Spiegare, inoltre, quanto si è fatto e quanto resta da fare per la scuola ed i trasporti locali, per la sanità territoriale ed i presidi ospedalieri. Ma spiegare significa anche confrontarsi, ricercando una convergenza sulle scelte necessarie che richiedono il contributo di tutte le forze politiche e sociali per costruire un percorso e una prospettiva condivisa. Esattamente, quel che, purtroppo, oggi manca”.

Leggi l’intervista

    CONVENZIONI

    Caricando...